Valanga con morti a Pila, in 6 a processo ad Aosta


Valanga colle Chamolé

AOSTA. Inizierà il prossimo 15 maggio il processo ad Aosta per disastro e omicidio colposi riferito alla valanga che si staccò nella primavera 2018 sul colle di Chamolé, a Pila, e che provocò due vittime.

Il gup di Aosta oggi ha rinviato a giudizio sei istruttori Cai dell'Emilia - Romagna e delle Marche, due dei quali rimasero feriti dalla massa di neve.

La valanga si staccò il 7 aprile 2018 quando le due vittime - il ventottenne fiorentino Roberto Bucci ed il cinquantaduenne di Imola Carlo Dall'Osso - stavano partecipando insieme al resto della comitiva ad una uscita organizzata per un corso avanzato di scialpinismo. Secondo la procura di Aosta da parte degli istruttori ci fu "negligenza, imprudenza e imperizia" nel prendere la decisione di attraversare il colle a causa della "presenza di pendii esposti al rischio valanghe".

 

 

M.C.

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it