Corruzione, arrestati il sindaco di Oyace e un imprenditore

Indagini sulla costruzione in deroga di una centralina in cambio di quote societarie

 

Tribunale di AostaAOSTA. Il sindaco di Oyace, Remo Domaine, cinquantuno anni, è finito agli arresti domiciliari nell'ambito di una indagine della procura di Aosta sulla costruzione di una centralina idroelettrica. Con lui è stato arrestato l'imprenditore quarantaquattrenne Flavio Petitjacques, che è anche assessore in un altro Comune.

L'indagine coordinata dal pm Luca Ceccanti e condotta dalla polizia è iniziata grazie ad alcune segnalazioni. Le ipotesi di reato sono atti contrari ai doveri d'ufficio e falso in atto pubblico.

Secondo quanto emerso, Domaine avrebbe fatto pressioni sul consiglio comunale di Oyace per far autorizzare la costruzione in deroga della centralina di proprietà di una società costituita da sua figlia e da Petitjacques.

 

Marco Camilli

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it