Reddito di cittadinanza, la Finanza di Aosta denuncia 29 furbetti

Avevano nascosto redditi e beni immobili fino a 400.000 euro per rientrare nei parametri del beneficio

 

Guardia di finanzaAOSTA. Numerose persone sono state denunciate dalla Guardia di finanza di Aosta per aver precepito il reddito di cittadinanza senza averne diritto. È il risultato di una serie di controlli effettuati dal Comando territoriale aostano in sinergia con l'Inps.

Dalle verifiche condotte dai finanzieri sono stati scoperti diverse persone, italiani e stranieri, con "alti profili di criticità ed incongruenza". Ben 29 beneficiari non avevano i requisiti per accedere al reddito di cittadinanza. Tutti sono stati denunciati per aver presentato dichiarazioni false o per aver nascosto redditi o patrimoni in modo da rientrare nei parametri del beneficio. Tutti sono stati anche segnalati all'Inps per la revoca del sussidio e il recupero delle somme percepite senza diritto, oltre 140.000 Euro.

Le situazioni scoperte dalla Gdf sono diversificate: qualcuno aveva inserito situazioni reddituali false, alcuni domicili o residenze fittizi. Altri "furbetti" non avevano indicato prestazioni di lavoro, anche in "nero". In alcuni casi nelle dichiarazioni non erano state indicati beni immobili, in un caso per un valore di quasi 400.000 Euro.

Questi controlli hanno consentito di individuare anche quattro persone ufficialmente nullatenenti ma che sono state in grado di effettuare scommese on line per 250.000 Euro.

 


Marco Camilli

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it