Traffico di cocaina, indagini Gdf nate da un'operazione del 2009

AOSTA. L'indagine delle Fiamme gialle di Aosta su un traffico internazionale di cocaina che ha portato a 17 arresti e numerose denunce e perquisizioni è iniziata nel 2011 ma è nata da un'altra operazione, battezzata "White eagle", risalente al 2009.

All'epoca furono arrestate 23 persone, anche in questo caso cittadini albanesi ritenuti parte di una banda dedita al traffico di cocaina nele aree del Centro e del Nord Italia.

Nel caso dell'operazione portata a termine in questi giorni dalla Guardia di finanza aostana, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Torino, l'organizzazione prendeva ordini direttamente dall'Albania. Un incaricato portava il denaro dall'Italia ai fornitori, anch'essi albanesi, in Olanda e Belgio, poi la droga veniva introdotta nel nostro Paese e smistata tra Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Toscana, Veneto, Marche e Lazio.

"I soggetti arrestati hanno risposto con estrema sollecitudine all'imponente domanda italiana di cocaina, gestendo con altrettanta abilità imprenditoriale la mappa della distribuzione sul nostro territorio", sottolinea la Gdf. Il sistema ha permesso alla banda di farsi velocemente largo nel panorama dello spaccio nel Centro-Nord.

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it