.

Armi antiche esportate illegalmente, procura di Aosta denuncia 2 persone

Ritrovati fucili ad avancarica, cannoncini, baionette e altri reperti antichi

 

armi antiche sequestrate

Numerosi fucili caricati su un furgone diretto in Francia sono stati scoperti durante un controllo sul traffico in transito al traforo del Monte Bianco. Il titolare di un'armeria di Torino che aveva già portato il carico sul lato francese del traforo non aveva con sé l'attestato di libera circolazione rilasciato dal Ministero della Cultura necessario per poter portare le armi antiche oltre confine.

Le indagini coordinate dalla Procura di Aosta scaturite dal ritrovamento hanno portato alla denuncia di due persone per esportazione illecita.

Intanto la Direzione Antifrode e Controlli delle Dogane e il Ministero della Cultura, coadiuvati dai carabinieri del Nucleo TPC di Torino hanno chiesto alle autorità francesi di ottenere la restituzione delle antichità. Si tratta di 33 fucili ad avancarica, 3 baionette, 3 canne per armi lunghe con supporti, 2 pistole ad avancarica da duello, 4 cannoncini, 2 affusti di ligneo per fucili comprensivi di calcio, grilletto e cane, uno spadino con custodia e anche una scultura equestre rampante.

armi antiche sequestrate

 

 

Marco Camilli

 

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it