Rapina in banca a Saint-Vincent, fermato a Milano il sospetto

Armato di coltello è entrato in una filiale Unicredit, fatto immobilizzare le impiegate e derubato un cliente

 

Carabinieri

Un uomo è stato fermato dai carabinieri per un tentativo di rapina compiuto nella filiale di un istituto di credito di Saint-Vincent. Il sospettato è stato rintracciato a Milano.

Il fatto è avvenuto giovedì pomeriggio, intorno alle 15.30. Secondo quanto ricostruito grazie alle testimonianze e ai filmati delle telecamere di sicurezza, un malvivente armato di coltello e con il volto parzialmente nascosto da un cappello è entrato nella filiale della Unicredit di piazza Zerbion per rubare il denaro contante presente nelle casse, che però non c'era. Ha quindi costretto un cliente a immobilizzare le mani delle dipendenti con il nastro isolante e poi puntato il coltello contro l'uomo per derubarlo, intascandosi circa 160 euro. A quel punto il rapinatore si è allontanato. Non ha però fatto abbastanza attenzione all'impianto di videosorveglianza che monitora l'area. Grazie anche alle riprese i carabinieri di Châtillon - Saint-Vincent hanno infatti individuato l'automobile utilizzata dall'uomo. Le successive indagini hanno collegato lo sconosciuto con una persona che si era allontanata da una Comunità. Sono così iniziate le operazioni per rintracciarlo. I militari sapevano che poteva trovarsi a Milano e hanno contattato i colleghi della compagnia Milano Monforte per riuscire a fermarlo. E così è stato. 

Come spiega l'Arma, al momento del fermo il sospettato indossava gli stessi abiti utilizzati dal rapinatore e anche lo stesso cappello di lana. Dovrà rispondere di tentata rapina aggravata nei confronti della banca e di rapina aggravata ai danni del cliente dell'istituto bancario.

 

 

M.C.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2023 Aostaoggi.it