Farmacista di Aosta assolta in Appello per la "tenuità del fatto"

 

E' l'effetto di un recente provvedimento inserito nell'ordinamento penale

farmaciaAOSTA. Nel magazzino della farmacia che dirigeva tra le 27.000 confezioni di medicinali custodite ne erano state trovate quattro scadute.

Dorotea Perseghin, farmacista aostana di 58 anni condannata in primo grado a quattro mesi e 600 Euro di multa (pesa sospesa), è stata assolta in secondo grado grazie ad una causa di non punibilità dei reati lievi recentemente introdotta nell'ordinamento penale. I giudici della Corte di Appello di Torino infatti hanno valutato la "particolare tenuità del fatto".

La vicenda risale al 2011 e la condanna di primo grado a dicembre 2012. In Appello sono stati valutati sia l'esiguità dei farmaci scaduti sia il fatto che fossero in magazzino e non quindi in un'area accessibile al pubblico.

La farmacista risultava inoltre incensurata, senza precedenti analoghi, e in aggiunta sui medicinali scaduti non sono state fatte analisi che ne confermassero la pericolosità.

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it