Omicidio a La Salle, investigatori non escludono alcuna pista

 

Oggi autopsia e interrogatorio di convalida per il presunto omicida

carabinieri3AOSTA. Sarà eseguita in giornata l'autopsia su Elio Milliery, 78 anni, ucciso lo scorso venerdì sera in un prato vicino alla sua abitazione a La Salle dopo una giornata trascorsa con un gruppo di amici.

Il corpo è stato ritrovato dai carabinieri riverso a terra con vistose ferite da arma da taglio. Durante i sopralluoghi nell'area del ritrovamento del cadavere è stato recuperato un coltellino con la lama sporca e saranno le analisi a confermare se si tratta di sangue, mentre l'autopsia svelerà se le ferite sul corpo della vittima sono compatibili con la possibile arma. Non è escluso che il pensionato sia stato ucciso con una bottiglia di vetro dopo una violenta lite alimentata forse anche dal troppo alcol ingerito.

Sempre oggi, probabilmente in carcere a Brissogne, è previsto l'interrogatorio di convalida per Osmany Lugo Perez, il cubano di 34 anni fermato poco dopo l'omicidio. L'uomo, che vive a Torino anche se risulta residente a La Salle, dopo il fermo si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Le indagini intanto puntano a far luce anche sul movente. Tutte le piste sono per ora aperte, inclusa quella della gelosia in particolare verso una ex compagna del presunto omicida che la vittima conosceva.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it