Tangenti e appalti, 44 indagati e perquisizioni Gdf in Rai, Mediaset e La7

 

Inchiesta nata dall'attività di un imprenditore - Fiamme gialle anche da Infront

guardia-finanza117Sono circa una sessantina le perquisizioni compiute nelle ultime ore dalla Guardia di finanza di Roma in diverse sedi Rai, Mediaset, La7 e Infront.

Le attività del nucleo di polizia tributaria della Capitale seguono un'inchiesta della procura di Roma che si concentra sull'attività di un imprenditore titolare di una società di servizi di supporto alle produzioni televisive. David Biancofiori, questo il nome del manager, avrebbe pagato o reso favori in cambio di appalti, lavori e assunzioni.

Gli indagati dalla procura romana sarebbero 44, tra cui si trovano dirigenti delle società perquisite. Per i funzionari e dirigenti Rai l’ipotesi di reato è quella di corruzione. Mentre per i manager di Mediaset, La7 e Infront è concorso in appropriazione indebita.

Secondo quanto ipotizzato dagli inquirenti le risorse economiche utili per pagare le mazzette sarebbero frutto di sovrafatturazioni compiute da Biancifiori e da suo fratello, attraverso le loro due società "D and D lighting ad truck" e "Di.Bi. technology" che fanno da service televisivo alle reti e alle società oggetto delle perquisizioni.

 

Clara Rossi

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it