Donna investita in autostrada, continuano le indagini

All'orgine di tutto un litigio per motivi di gelosia

caputo-toluAOSTA. Sono ancora in corso le indagini della polizia per ricostruire con precisione quanto accaduto nelle ore precedenti alla morte di Claudia Tolu, la 37enne uccisa travolta sull'autostrada A26.

E' noto che la vittima insieme al marito, l'aostano Nello Alfonso Caputo di 47 anni, abbia trascorso la serata a Poirino, nel Torinese. La coppia intendeva poi recarsi in una sala da ballo nel Vercellese ma in autostrada è scoppiato l'acceso litigio, forse per gelosia. A quel punto la donna è scesa dall'auto, o forse è stata fatta scendere, e l'uomo è ripartito.

Caputo ha tentato di ricontattare la moglie poco dopo, ma il suo cellulare era rimasto nella borsetta di lei. Ha richiamato la donna intorno alle 4, una volta trovato un telefono a Pollein, ma anche quella conversazione sarebbe terminata con una lite. L'uomo alla polizia ha spiegato di essersi messo a dormire per alcune ore in auto e poi di essere tornato indietro in autostrada a cercarla senza però trovarla. Lei era già morta dalle 5 circa, travolta da un veicolo ad una ventina di chilometri di distanza da dove era scesa dall'auto. Il suo corpo è stato ritrovato soltanto all'alba.

Alla notizia della sua morte il marito è stato portato in stato di choc nel reparto di psichiatria dell'ospedale di Aosta. Caputo e l'automobilista accusato di averla investita sono indagati per omicidio colposo.

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it