Monte Bianco, guasto alla funivia francese: notte in quota per decine di turisti

 

L'evacuazione di un centinaio di persone sospesa e ripartita in piena notte grazie al beltempo. Ancora una decina i bloccati

funivia-panoramiqueCOURMAYEUR. Fumo, un rumore di cavi che sfregano, poi ore di freddo e paura a oltre 3.000 metri. E' l'esperienza da incubo vissuta da decine di persone rimaste bloccate sulla funivia francese Panoramique del Monte Bianco a causa di un grave guasto ieri sera.

La funivia, che collega l'Aiguille du Midi (versante francese) a Punta Helbronner (versante italiano), si è bloccata intorno alle 19 quando nelle cabine c'erano un centinaio di persone, compresi numerosi italiani. I tecnici hanno provato a risolvere il problema, pare provocato dall'accavallamento di due cavi, senza riuscirci. A quel punto è scattata l'evacuazione.

I soccorritori francesi hanno iniziato il lavoro di recupero degli alpinisti, dei turisti e delle famiglie con bambini rimaste bloccate nelle cabine. Gli elicotteri si sono alzati in volo da Chamonix per raggiungere gli utenti della funivia e poi anche da Aosta per supportare nelle operazioni di evacuazione che però sono ancora in corso. In tarda serata infatti, quando sulla funivia c'erano ancora una sessantina di persone, l'evacuazione è stata sospesa perché il buio e le condizioni del tempo non permettevano più ai soccorritori di lavorare in sicurezza. C'è stato giusto il tempo di portare alle persone rimaste bloccate coperte e materiale per affrontare la notte in quota. Poi fortunatamente, in piena notte, una finestra di beltempo ha consentito di ripartire con l'evacuazione e in molti si sono calati con delle corde sul ghiacciaio, in alcuni punti situato 100 metri più in basso rispetto alle cabine.

Attualmente le persone ancora bloccate sono 16. Secondo fonti sanitarie valdostane, citate dall'Ansa, nessuna delle persone bloccate si trova "emergenza sanitaria".

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it