Aggressione davanti a discoteca di Quart, arrestato un ventenne domiciliato ad Aosta

 

E' accusato di tentato omicidio e minaccia. All'origine dei fatti vecchi dissapori risalenti al 2010

Conferenza-cc15dic16x530

AOSTA. E' stato individuato il presunto responsabile dell'aggressione con un'arma da taglio ai danni di due fratelli di Saint-Marcel, avvenuta nelle notte tra il 3 e il 4 dicembre scorsi in un locale di Quart, la discoteca Prince. Grazie alle indagini dei militari della stazione di Nus, svolte con il massimo riserbo, su ordine del gip ieri è stato arrestato e condotto in carcere un giovane di 20 anni domiciliato ad Aosta, Laabid El Bagari Achraf.

Il ragazzo, che è stato riconosciuto dalle due vittime, non ha rilasciato dichiarazioni agli inquirenti ma i carabinieri hanno già ricostruito quello che sembrerebbe essere accaduto: l'arrestato e i due fratelli, uno dei quali minorenne, si sono incrociati per caso nel locale. L'incontro ha fatto riemergere vecchi disappori risalenti al Carnevale del 2010 «per futili motivi» come ha spiegato in conferenza stampa il tenente Carmelo Stefano Mossucca. E' nata una discussione fra i tre giovani, ci sono state delle minacce e quando gli animi sembravano essersi calmati il ventenne ha improvvisamente colpito i due fratelli con un oggetto tagliente, non meglio identificato, procurando loro ferite al collo potenzialmente letali. Da qui le accuse di tentato omicidio e minaccia grave che lo hanno portato in carcere.

Laabid El Bagari Achraf, nato a Casablanca in Marocco ma cittadino italiano, non ha precedenti ma in passato i suoi comportamenti hanno portato le autorità ad emettere nei suoi confronti un divieto di partecipare a manifestazioni sportive.

A seguito dell'aggressione la discoteca è stata chiusa per 15 giorni su ordine del questore. «Un provvedimento - ha detto il tenente Mossucca - per invitare i gestori dei locali frequentati dai giovani a prestare la massima attenzione».

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it