È morto Paolo Villaggio, l'attore genovese aveva 84 anni

 

L'Italia piange il ragionier Fantozzi. "Ciao papà, ora sei di nuovo libero di volare", il saluto della figlia Elisabetta

villaggio-paolox530

ROMA. È morto alle 6 di questa mattina a Roma l'attore Paolo Villaggio. Aveva 84 anni e da alcuni giorni era ricoverato nella clinica privata Paideia. Era nato nel 1933 a Genova e dopo un'adolescenza segnata dalle ristrettezze della guerra era stato assunto come impiegato contabile alla Consider. Un ambiente da cui trarrà ispirazione per il suo personaggio più famoso, il ragioniere Ugo Fantozzi, protagonista di tre libri tradotti in tutto il mondo e quindi di film divenuti subito cult.

"Ciao papà, ora sei di nuovo libero di volare": con un post su facebook, poche parole ed un cuoricino, Elisabetta Villaggio saluta il papà. Il messaggio è accompagnato da una foto in bianco e nero che ritrae Paolo Villaggio da giovane insieme ai figli. Interprete televisivo e cinematografico di personaggi legati a una comicita' paradossale e grottesca, come il professor Kranz e Giandomenico Fracchia, è noto al grande pubblico per la creazione letteraria e la seguente trasposizione cinematografica (in dieci pellicole) del ragionier Ugo Fantozzi. All'attività comica fanno eco quella di scrittore e musicista. Ha recitato in parti piu' drammatiche, partecipando a film di registi come Federico Fellini, Marco Ferreri, Lina Wertmüller, Ermanno Olmi e Mario Monicelli. Nel 1992, in occasione della 49ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, riceve il Leone d'oro alla carriera. Nell'agosto del 2000 gli viene assegnato al Festival del cinema di Locarno il Pardo d'onore alla carriera.

"Ricordo Paolo Villaggio. Talento comico straordinario ha insegnato a generazioni di italiani a riconoscere i propri tic". Così il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ricorda su Twitter l'attore scomparso oggi a Roma.

 

Clara Rossi

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it