Si intascava i soldi dei pedaggi: arrestato dipendente del tunnel Gran San Bernardo


Ai domiciliari perché sospettato di aver sottratto 24mila euro

AOSTA. Un dipendente della società del traforo del Gran San Bernardo è finito ai domiciliari con l'accusa di essersi intascato indebitamente i pedaggi pagati dagli automobilisti. Il valdostano - L.E. di 50 anni - è stato arrestato ieri dalla Squadra mobile su ordine del gip di Aosta per peculato.

Secondo le contestazioni mosse dagli inquirenti l'uomo sfruttava il suo lavoro al casello per appropriarsi di una parte dei pedaggi pagati dai veicoli in transito al traforo. Per far quadrare i conti acquistava e utilizzava blocchetti di abbonamenti in modo da giustificare l'incasso di somme ridotte rispetto alle tariffe ordinarie.

Tra aprile 2012 e aprile 2017 il cinquantenne grazie a questo stratagemma si sarebbe messo in tasca più di 24.000 euro.

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it