Golf e pandemia, il 2020 sarà un anno critico per tante realtà

A Valtournenche il Comune anticipa il contributo al Golf Club del Cervino già in perdita nel 2019

 

Golf Club CervinoVALTOURNENCHE. La pratica del golf è tra le tante penalizzate dall'emergenza epidemiologica da Covid-19. Da qualche giorno gli amanti del green possono tornare alla loro passione - si tratta di un'attività da svolgere all'aria aperta e in forma individuale, rispettando le norme sul distanziamento - tuttavia le ripercussioni a lungo termine del lockdown rischiano di dare la spallata decisiva alle realtà già traballanti.

In Valle d'Aosta alcuni campi vivono grazie ai contributi pubblici, indispensabili per mantenere l'attività aperta anno dopo anno e far fronte alle spese decisamente superiori alle entrate. 

Nei giorni scorsi il Comune di Valtournenche ha deciso di anticipare il saldo del contributo annuale di 40.000 euro a favore del Golf Club del Cervino Spa. Si tratta di 16.000 euro dovevano essere stanziati dopo l'approvazione del bilancio 2019 della società sportiva dilettantistica e che sono stati erogati in anticipo su richiesta dello stesso Golf Club che si trova in grossa crisi di liquidità dopo i mesi di stop forzato. 

Per la società di golf il futuro si preannuncia particolarmente difficile. Nel bilancio 2019 "ufficioso" infatti, al netto del contributo comunale, risulta già una perdita di oltre 42 mila euro su un bilancio di 310 mila euro. Il bilancio 2020, con lo stop imposto dalla pandemia e le restrizioni per il turismo, sarà certamente ancora meno "green" e molto più nero.

 

Clara Rossi

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it