.

Monte Bianco, il rifugio Gonnella chiude in anticipo: manca l'acqua

E a Courmayeur l'amministrazione comunale invita gli escursionisti a tenersi a distanza dai laghetti glaciali

 

Lago Miage

L'amministrazione comunale di Courmayeur invita gli escursionisti a prestare particolare attenzione quando si trovano vicino ai laghi glaciali. «Tenuto conto delle temperature, si rammenta agli escursionisti l'opportunità di restare a debita distanza dalle sponde dei laghetti glaciali e, in particolare, del bacino del Miage», si legge nella comunicazione diffusa dal Comune.

Le condizioni meteo delle ultime settimane potrebbero favorire distacchi di porzioni di ghiaccio che, cadendo nei laghetti, potrebbero provocare onde in grado di raggiungere gli escursionisti nei pressi degli specchi d'acqua.

Intanto sempre a Courmayeur, sul versante italiano del massiccio del Monte Bianco, a causa delle condizioni climatiche il rifugio Gonnella chiuderà con più di un mese di anticipo a causa della carenza di acqua. Davide Gonnella, gestore, spiega: «Dal prossimo 18 luglio chiuderemo. Andare oltre non è possibile. Abbiamo impiegato l'acqua disponibile con la massima attenzione, usandola soltanto in cucina e aprendo un bagno su quattro».

La struttura situata lungo la via normale alla vetta, a quota 3.071 mt sopra il ghiacciaio del Dôme, è rifornita da un nevaio. Normalmente la riserva d'acqua consente di operare fino a inizio settembre, ma quest'anno a causa della scarsità di precipitazioni invernali e delle temperature anomale sin dalla stagione primaverile il nevaio è già esaurito.

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it