Un impianto di monitoraggio contro le valanghe a Valsavarenche

La Regione installerà un sistema di monitoraggio nel bacino di Peseun per chiudere tempestivamente la strada regionale in caso di allerta distacchi

 

Strada regionale 23 della Valsavarenche

Valsavarenche avrà un nuovo sistema di monitoraggio delle valanghe per rendere più sicura la strada regionale 23 che percorre la vallata e la frazione di Pont. L'impianto in particolare controllerà il bacino valanghivo di Peseun dove negli ultimi inverni si sono verificati alcuni distacchi. Nell'area sono già presenti delle installazioni paravalanghe e il sistema di monitoraggio sarà uno strumento di prevenzione aggiuntivo.

«Per ridurre il rischio a protezione della strada - spiega l'assessore al territorio Carlo Marzi - la struttura regionale Assetto idrogeologico dei bacini montani ha individuato il posizionamento di un sistema di monitoraggio del versante, che in caso di allerta consente di interrompere il traffico ponendo in sicurezza il tratto di strada regionale potenzialmente a rischio».

«Si tratta - prosegue l'assessore - di interventi che consentono di mantenere aperti i collegamenti stradali. Ne sono l'esempio i sistemi installati a Courmayeur e Gaby: grazie al monitoraggio della dinamica del ghiacciaio è stato possibile, in accordo con il comune di Courmayeur, garantire il transito nella Val Ferret attraverso un radar collegato ad impianti semaforici regolatori del traffico che si attivano a chiusura in sicurezza della strada in caso di necessità. A Gaby, un sistema radar collocato tempestivamente di fronte alla frana dello scorso 6 maggio ha permesso di garantire il transito in sicurezza, sino al termine delle opere realizzate a protezione delle abitazioni e della regionale 44 della vallata del Lys».

L'intervento programmato a Valsavarenche costerà circa 125mila euro. 

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it