Disdetta contratto integrativo coop, sindacati: annunciata marcia indietro

Pin It

OO.SS. pronte a ripartire con le trattative quando la revoca sarà effettiva

 

sindacatiAOSTA. Il contratto integrativo delle società cooperative valdostane non sarà revocato: lo annunciano le organizzazioni sindacali che, dopo l'annuncio delle coop, avevano interrotto le trattative e si erano dette pronte allo sciopero per impedire la disdetta che avrebbe bloccato un aumento medio di 200 Euro in busta paga.

FP Cgil, Fp Cisl, Uil Fpl, Uiltucs e Savt Servizi invitano comunque alla prudenza. "Noi abbiamo un parere legale sull'argomento, che senza se e senza ma, dà ragione a noi che rappresentiamo i lavoratori - spiegano -. Per questo motivo le cooperative, capendo di essere dalla parte del torto, hanno fatto retromarcia e hanno dichiarato che revocheranno la disdetta. A oggi ciò però non è ancora avvenuto. Ma siamo fiduciosi nel pensare che se l’hanno detto, lo faranno".

L'annuncio della disdetta risale al periodo di Natale. "È stato un atto che non ci è piaciuto e non era un atto dovuto come continuano a sostenere le cooperative, anche attraverso gli organi di informazione", dicono i sindacati. "Calpestare un diritto dei lavoratori è un atto indecente e siamo sempre pronti a qualsiasi azione volta a tutelarli".

La trattativa con le coop potrà ripartire, ma soltanto quando dalle parole si passerà ai fatti.

 

 

 

E.G.

 

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it