Prestiti 25mila euro, Codacons Aosta: il 57% delle banche non risponde al telefono

Risultati 'sconfortanti' dal monitoraggio dell'associazione: dagli istituti informazioni sbagliate e richieste in contrasto con le disposizioni del governo

 

BancaAOSTA. Il prestito inferiore a a 25.000 euro garantiti dallo Stato è rimasto un'utopia per molte aziende valdostane e i fortunati che sono riusciti ad ottenerlo hanno dovuto lottare spesso contro informazioni errate, poca chiarezza e persino difficoltà a mettersi in contatto con gli istituti di credito. 

A tirare le somme della misura è il Codacons con un monitoraggio effettuato a metà mese per fotografare la situazione valdostana che ha restituito risultati "del tutto sconfortanti". L'associazione spiega di aver effettuato in due giorni 169 telefonate alle filiali delle principali banche: "per quanto riguarda la Valle d'Aosta, nel 57% dei casi non c’è stata alcuna risposta, nonostante le chiamate siano state realizzate negli orari di apertura degli istituti di credito". E quando l'impresa riesce a contattare la banca deve far fronte ad altre difficoltà. Dal sondaggio emergono infatti "pesanti difformità nelle risposte fornite anche fra operatori delle stesse banche, i quali a volte affermano che per ottenere il finanziamento occorre già essere correntisti presso lo stesso istituto - tesi del tutto contraria alle disposizioni di legge - altre volte sostengono che è possibile anche per i non correntisti accedere al prestito. Molte banche che garantiscono l’accesso al prestito ai non correntisti chiedono però di recarsi personalmente in filiale per sbrigare le relative pratiche - prosegue il Codacons -. Non solo. Altre affermano di dover procedere con una valutazione del merito creditizio del richiedente prima di aprire la procedura di concessione". Tutte situazioni che "non solo violano le disposizioni del Governo, ma rischiano di rappresentare un ostacolo per migliaia di piccole imprese della Valle d’Aosta e di rallentare la ripresa economica del paese".

L'associazione mette a disposizione un numero (893 499 66) che i piccoli imprenditori valdostani possono contattare se riscontrano difficoltà di accesso al credito garantito dallo Stato.

 

Ennio jr Pedrini

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it