Voucher spettacoli e vacanze annullate, il Codacons Valle d'Aosta lancia l'offensiva

Pin It

'Chi ha acquistato un biglietto, una vacanza o un servizio ha diritto alla restituzione di quanto pagato'

 

concerto

AOSTA. Anche il Codacons Valle d'Aosta si è attivato per raccogliere on line le segnalazioni di utenti che non intendono accettare i voucher in sostituzione del rimborso per viaggi, spettacoli e servizi già pagati ma non utilizzati a causa dell'emergenza coronavirus.

Il Codacons valdostano parla di "offensiva contro i voucher". L'associazione spiega: "numerosi consumatori della Valle d'Aosta ci hanno scritto negli ultimi giorni denunciando come agenzie di viaggio, palestre, compagnie aeree, ecc. offrano loro un voucher da utilizzare entro un anno come indennizzo per la cancellazione di partenze o per abbonamenti non usufruiti durante il lockdown".

Per il presidente del Codacons nazionale Carlo Rienzi "chi ha acquistato un biglietto per un evento che non sarà replicato o chi, per paura del coronavirus deciderà di non partire più o di non frequentare palestre e piscine, ha diritto alla restituzione di quanto pagato, al pari di chi magari cambierà residenza e non potrà più usufruire dei servizi acquistati, o di chi semplicemente necessita di liquidità. Il Governo, attraverso bonus, sgravi fiscali e altre misure ha già pensato a sostenere le piccole imprese danneggiate dal coronavirus, che non possono certo essere finanziate a spese dei cittadini", dice.

I consumatori possono inviare la propria segnalazione on line, tramite il sito del Codacons nazionale, e rivolgersi al servizio telefonico di consulenza e assistenza nelle richieste da inoltrare alle società, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 14 alle ore 17 al numero 89349966.

 

Elena Giovinazzo

 

 

© 2020 Aostaoggi.it