Boom di domande per il bando GAL sullo sviluppo turistico

Tante richieste per il contributo a fondo perduto del 50%, ma non tutte potranno essere accolte

 

montagnaAOSTA. Ha suscitato molto interesse il bando "Fai GALoppare la tua impresa!" del Gruppo di Azione Locale della Valle d'Aosta scaduto in questi giorni e mirato a incentivare lo sviluppo del turismo legato alla natura e alle tradizioni locali e, indirettamente, valorizzare tutto il territorio valdostano. Sono 44 i progetti presentati in risposta all'iniziativa, il 70 per cento di quali proposti da imprenditori al di sotto dei 40 anni e da privati che intendono avviare una propria attività nel campo della micro-ricettività e dei servizi.

A destare interesse, soprattutto in questo periodo di difficoltà provocate dall'emergenza sanitaria Covid-19, è la possibilità di ottenere un finanziamento a fondo perduto del 50 per cento.

"La dotazione finanziaria del bando, che ammonta a 1.400.000 Euro, provenienti dal Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 della Regione autonoma Valle d'Aosta, non potrà soddisfare tutte le richieste di finanziamento presentate ma si pone comunque come un aiuto importante che potrà favorire, nel 2021, il settore turistico", sottolinea il Gruppo di Azione Locale.

Una apposita commissione di valutazione si occuperà del delicato compito di stilare le graduatorie che decideranno quali progetti potranno ottenere il finanziamento e invece saranno esclusi. L'iter inizierà nel mese di ottobre e le graduatorie saranno pronte "presumibilmente entro fine anno".

Intanto, sempre in tema di bandi GAL, fino al prossimo 7 ottobre è possibile partecipare ad "Attività promozionali a raggio locale connesse allo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali" che eroga finanziamenti a fondo perduto del 70 per cento. Sono previsti contributi per azioni di promozione, da realizzarsi nel 2021 e nel 2022, per rafforzare la visibilità e incrementare l'informazione sui prodotti delle filiere corte e sui mercati locali, sulle caratteristiche tipiche e sui processi produttivi. Gli interessati possono chiedere ulteriori informazioni rivolgendosi, su prenotazione telefonica, allo sportello informativo del Gal, che ha sede in piazza Chanoux ad Aosta.

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it