.

Più di 1800 domande di contributo per partite Iva, b&b e aziende agricole

Quasi esaurito il fondo per imprese e titolari di partite Iva della Valle d'Aosta che hanno perso fatturato per l'emergenza Covid-19

 

#vdariparte

Superano quota 1.800 le domande inviate in Regione nel primo giorno di attivazione dei contributi economici collegati all'emergenza Covid-19 a favore di Partite Iva, bed & breakfast e aziende agricole della Valle d'Aosta.

Il più alto numero di domande, 1.746, sono giunte da imprese e titolari di partita Iva per ottenere il contributo previsto dalla legge regionale 15/2021 per le attività che hanno subito una importante riduzione del volume d'affari nel corso dell'emergenza sanitaria. In tutto le richieste superano i 16 milioni e mezzo di euro. Per presentare domanda c'è tempo fino al prossimo 30 settembre e i contributi sono concessi per ordine cronologico di ricevimento e nei limiti degli stanziamenti di bilancio, pari a 20 milioni.

Per ciò che concerne il bonus b&b, le domande sono state 13. Il contributo, non cumulabile con quello per le partite Iva, è di massimo 1.000 e minimo 2.000 euro. Infine dalle aziende agricole della Valle d'Aosta sono arrivate 53 domande di contributo per un totale di 151.200 euro. Per entrambe le misure le richieste vanno presentate entro il 30 settembre 2021. 

Tutte le domande devono essere presentate tramite il portale regionale #VDARiparte.

 

 

E.G.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it