.

Il nuovo programma di cooperazione transfrontaliera Italia - Francia verso la definizione

Per il periodo 2021/2027 ci saranno a disposizione più di 180 milioni per progetto di sviluppo

 

Si è svolta giovedì ad Annecy una nuova riunione del Comitato di sorveglianza per la definizione del Programma di Cooperazione transfrontaliera fra Italia e Francia 2021/2027.

Il Comitato ha validato il nuovo piano finanziario da 182 milioni di euro, garantiti dai due Stati. La riduzione delle risorse rispetto alla programmazione 2014/2020 è di circa l''8,3% e sarà in parte compensata da un aumento delle contropartite pubbliche nazionali che dal 15% saliranno al 20%. Il contributo Fesr si attesterà quindi all’80% a fronte di un cofinanziamento dell’85% del periodo attuale.

Le risorse Fesr saranno impiegate per raggiungere gli obiettivi specifici inclusi nelle priorità tematiche approvate dal Comitato di sorveglianza: 36,5 milioni di euro per 'obiettivo "Un’Europa più intelligente" (OP1), 63,8 milioni di euro per "Un’Europa più verde" (OP2), 38,2 milioni di euro in favore della priorità "Un’Europa più sociale" (OP4) e ancora 36,5 milioni di euro per promuovere "Un’Europa più vicina ai cittadini" (OP5). A questi si aggiunge l'obiettivo denominato ISO1 Interreg dedicato a iniziative di governance per il superamento delle principali barriere amministrative nella Regione Alcotra per 7,3 milioni di euro.

L’elemento di novità della nuova programmazione riguarda la possibilità di finanziare progetti "microprogetti" su temi come digitale, ambiente, educazione, formazione e bilinguismo, cultura e turismo. A disposizione in totale ci sono 2 milioni di euro. 

Il Comitato ha approvato una semplificazione delle procedure di istruttoria e selezione delle operazioni ricorrendo ricorrendo, quando possibili, ad opzioni semplificate dei costi, dando mandato all'Autorità di gestione e alla Task Force di approfondire tecnicamente il tema.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it