Pensioni, il sottosegretario Zanetti: "rimborsi ingiusti sopra soglia 5mila euro"

 

L'esponente di SC su Agorà: «verrebbe meno il requisito di giustizia sociale»

zanetti-enricoa«Non è giusto pensare di rimborsare tutte le pensioni, anche quelle più alte. Siamo in un contesto dove la sostenibilità del sistema pensionistico è stato mantenuto con sacrifici chiesti molto grandi ai pensionati di domani, col passaggio al contributivo, e ai quasi pensionati, spostando in avanti il momento dell'uscita. Giusto quindi rispettare la sentenza, ma anche l'equità intergenerazionale». Lo ha detto il sottosegretario all'Economia, Enrico Zanetti, questa mattina ad Agorà, su Rai Tre, a proposito della sentenza della Consulta sul blocco delle pensioni.

«Sarebbe ingiusto dare il rimborso anche alle pensioni elevate, per Scelta Civica sarebbe una follia. Cinquemila euro - ha continuato Zanetti - potrebbe essere una soglia, al di sopra di quella soglia sarebbe ingiusto rimborsare, verrebbe meno il requisito di giustizia sociale».

Sul reperimento dei fondi, il sottosegretario ha affermato che «in parte bisognerà giocare sul deficit. Già servono tagli di dieci miliardi per il prossimo anno per evitare l'aumento dell'Iva. In un contesto di questo tipo, pensare di inserire somme così rilevanti facendo ricorso a ulteriori tagli come quelli previsti per rispettare la sentenza verso tutti è sinceramente impossibile. A quel punto non si va a tagliare l'inefficienza, ma si va a devastare un sistema. Nel rispettare questa sentenza non dobbiamo dimenticare che la Corte stessa ha consentito in passato interventi di questo tipo. La Corte semplicemente ha ritenuto che la gradazione che è stata data nel provvedimento del governo Monti sia ingiusto».

 

Clara Rossi

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it