A Sarre torna il pane nero dei coscritti cotto nel forno del villaggio

Dopo lo stop per il Covid l'iniziativa torna con rinnovato entusiasmo e con un obiettivo solidale: aiutare le famiglie in difficoltà

 

Pane nero dei coscritti a Sarre

Come ai vecchi tempi, quando le persone nei villaggi si riunivano per cuocere insieme il pane nel grande forno comune, i coscritti 2000 di Sarre, insieme ad altri giovani, dedicheranno le giornate del 17 e 18 dicembre a far rivivere questa tradizione. Si ritroveranno quindi al forno di Introd per cuocere i pani, e poi rivenderli per beneficienza. Il ricavato andrà alle persone in difficoltà residenti a Sarre.

«Fare il pane nel forno del villaggio era un momento di aggregazione e condivisione molto sentito nella nostra tradizione, e abbiamo quindi pensato di farlo rivivere», spiegano Mattia e Nicolò Formento e Gioele Piola, promotori dell'iniziativa. E proseguono: «Al contempo, abbiamo pensato che i pani avrebbero potuto poi essere messi in vendita per un’iniziativa benefica a vantaggio della nostra comunità».

Dopo un anno di stop, causa Covid, si riparte con ancora più rinnovato entusiasmo, visto il successo delle passate edizioni. I tre promotori lanciano un appello: «Invitiamo tutte le persone interessate a sostenerci, comperando i nostri pani, che saranno messi in vendita con un'offerta minima di 5 euro».

Per poter acquistare il pane è necessaria la prenotazione entro il 15 dicembre tramite richiesta on line o contattando Chiara (3479199472), Mattia (3425645109) o Roberto (3491130376).

I pani saranno distribuiti il 19 e il 20 dicembre, dalle ore 11 alle 13 e dalle ore 17 alle 19, nel salone parrocchiale adiacente alla chiesa di Saint-Maurice a Sarre.

Pane nero dei coscritti a Sarre

 

Clara Rossi

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it