Covid-19, il centrodestra chiede la nomina di un commissario regionale straordinario

'L'emergenza sul territorio valdostano non può assolutamente più essere gestita in colpevole solitaria come avvenuto finora'

 

AOSTA. I coordinamenti regionali di Forza Italia e di Fratelli d'Italia e il gruppo PnV-Area Civica-Front Valdôtain "tornano a ribadire con forza la necessità di nominare il più urgentemente possibile un commissario straordinario regionale che possa gestire in maniera coordinata non soltanto gli aspetti sanitari, ma anche e soprattutto gli aspetti più prettamente organizzativi e operativi dell'emergenza e gli aspetti legati alla comunicazione". È quanto si legge in una nota.

"I numeri dei contagiati sono ormai in crescita esponenziale e le dotazioni tecniche e i dispositivi di protezione individuale non stanno arrivando nella nostra regione - affermano -. Per questo la nomina di un commissario straordinario con poteri decisionali forti avrebbe potuto (e potrebbe ancora) ovviare all'attuale situazione di stallo venutasi a creare con il Dipartimento della Protezione Civile nazionale". "In poche parole - aggiungono -, l'emergenza da contagio Covid-19 sul territorio valdostano non può assolutamente più essere gestita in colpevole solitaria come avvenuto finora".

Per quanto riguarda le misure economiche a supporto di imprese, lavoratori autonomi, famiglie e lavoratori valdostani, "l'11 marzo scorso abbiamo presentato le nostre proposte, che speriamo trovino presto spazio all'interno di un secondo disegno di legge regionale, che sia realmente 'Salva Valle d'Aosta', considerato che quello che verrà portato in Consiglio regionale lunedì è soltanto una goccia nel mare. Che andrà approvato per senso di responsabilità. Ma che non basta. Assolutamente non basta", concludono Forza Italia, Fratelli d'Italia e il gruppo Pnc-Ac-Fv.

 

redazione

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it