Emergenza Coronavirus, Conte: 4,3 miliardi ai Comuni e 400 milioni per buoni spesa

Pin It

Il premier: 'lo Stato c'è. Abbiamo lavorato intensamente per varare subito un provvedimento di grande impatto'

 

Giuseppe Conte

ROMA. «Lo Stato c'è. Siamo consapevoli che in questo momento ci sono tante persone che soffrono» e «c'è chi inizia ad avere difficoltà, o già le aveva, per l'approvvigionamento dei generi alimentari e farmaceutici. Abbiamo lavorato intensamente per varare subito un provvedimento di grande impatto». Così il presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte ha annunciato questa sera, insieme al ministro dell'economia Roberto Gualtieri, alcune misure economiche urgenti per aiutare le famiglie in grave difficoltà economica per l'emergenza Coronavirus e che dovrebbero concretizzarsi entro metà aprile.

«Ho appena firmato un Dpcm - ha annunciato Conte in diretta - che dispone ai sindaci 4,3 miliardi ai Comuni a valere sul fondo di solidarietà comunale» con anticipo rispetto alla scadenza prevista a maggio. Inoltre «con una ordinanza della Protezione civile aggiungiamo 400 milioni come ulteriore anticipo che destiniamo ai Comuni con il vincolo di utilizzare le somme per le persone che non hanno i soldi per fare la spesa. Da questi 400 milioni nasceranno dei buoni spesa, delle possibilità di erogare generi alimentari».

Ancora Conte ha spiegato che «confidiamo che già dall'inizio della settimana prossima i sindaci siano nella situazione di erogare concretamente questi buoni spesa o di consegnare direttamente derrate alimentari alle persone bisognose».

La ripartizione dei fondi ai Comuni sarà decisa in base alla popolazione e all'indice di povertà.

 


redazione

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it