Fase 2, M5s: garantire ai minori il diritto allo svago

Pin It

'Politica deve aiutare genitori e attivare nuove iniziative per i bambini'

 

giocoAOSTA. "Sta per scattare la fase 2 e la politica ha il dovere di trovare le modalità, oltre ai bonus babysitter e ai congedi parentali, per andare incontro a quei papà e a quelle mamme che dovranno tornare al lavoro". Così i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Valle d'Aosta intervengono in una nota.

"Bambini e ragazzi sono i più esposti alle conseguenze psicologiche dell'isolamento da Covid-19 - affermano i componenti del gruppo consiliare -: la scuola non potrà riaprire prima di settembre e fino ad oggi le famiglie hanno dovuto gestirsi i figli autonomamente in ambito scolastico ed extrascolastico. Ora, nelle priorità dell'agenda politica valdostana, deve esserci la progettazione di iniziative nuove a favore dei bambini e dei ragazzi, alternative ai centri estivi". Inoltre serve "una riflessione chiara anche sulla riapertura, dal 4 maggio in poi, dei parchi gioco e dei giardini pubblici a bambini e ragazzi, con spazi contingentati e personale che controlli l’ingresso".

"Oggi, tutti dobbiamo riorganizzare le nostre vite sulla base delle indicazioni sanitarie per evitare l'aumento del contagio ma dobbiamo anche garantire i diritti dei minori allo svago, al gioco e alla socializzazione", aggiungono i consiglieri pentastellati.

 

C.R.

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it