Regionali 2020, ADU: 'noi unica via d'uscita da populismo e degrado'

A Fénis l'assemblea programmatica con simpatizzanti e candidati alle elezioni regionali e comunali 2020

 

assemblea ADU a Fénis

FENIS. Domenica a Fénis Ambiente Diritti Uguaglianza ha presentato il bilancio di quanto fatto negli ultimi due anni in Consiglio regionale della Valle d'Aosta ("siamo riusciti a mettere qualche granello nell'ingranaggio", come dichiarato dalla portavoce Jeanne Cheillon) e, davanti a candidati e simpatizzanti, ha annunciato la linea che seguirà per le elezioni comunali e regionali di settembre: "la politica non deve essere l'occasione per incrementare l'interesse privato".

"Il comune denominatore di tutti i candidati è una passione genuina per il bene comune, ritenuta unica via d'uscita da una politica anche locale che ha raggiunto impressionanti livelli di populismo e di degrado", assicura ADU.

Il nome del movimento riassume quelli che sono i principi ispiratori: "maggior rispetto dell'Ambiente, dei Diritti sociali e civili, a partire da quelli delle lavoratrici e dei lavoratori in difficoltà, delle persone marginalizzate e delle vittime di omofobia, per una reale Uguaglianza di tutti". Il movimento tiene a sottolineare anche "il suo Dna al femminile con il 50% di rappresentanti di genere tra le due liste e apre con entusiasmo ai giovani, come la 21enne Chiara Bérard, che nella precedente tornata era troppo giovane per essere eletta, e Matteo Castello".

I candidati delle regionali e delle comunali per il capoluogo saranno presentati ufficialmente il prossimo 4 agosto ad Aosta, ma ieri nel corso dell'assemblea programmatica organizzata nella sala polifunzionale dell'area Tzanté de Bouva ne sono stati annunciati già molti: la consigliera regionale Daria Pulz che correrà per un secondo mandato, la consigliera comunale Carola Carpinello, Chiara Giordano candidata sindaco peer Aosta, Giulio Gasperini (candidato sia come vice sindaco sia come consigliere), Nives Paroli, Mirko Billet, Massimo Valenti oltre ai portavoce Jeanne Cheillon ed Alex Glarey. Altri candidati hanno parte della lista dell'allora Impegno Civico come Beatrice Feder, Clémy Sandon, Elio Cheney, Paolo Gino, Marco Sarboraria, Sauro Salvatorelli.

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it