Torna il Premio regionale per il volontariato

La quinta edizione avrà un nuovo riconoscimento dedicato ai volontari valdostani

 

AOSTA. E' caratterizzata da una maggiore attenzione verso i volontari valdostani la quinta edizione del Premio regionale per il volontariato.

Istituita dal Consiglio regionale, l'iniziativa assegna un contributo economico ad un'attività di volontariato in campo sociale, sanitario ed educativo che ha effetti sulla comunità. «In un momento di minori risorse, bisogna effettuare delle scelte - ha spiegato il presidente del Consiglio regionale, Marco Viérin, presentando la quinta edizione del Premio -. Come Ufficio di Presidenza abbiamo deciso di continuare a valorizzare quelle iniziative che producono effetti concreti sulla comunità».

«La novità di quest'anno - ha aggiunto il consigliere segretario André Lanièce - consiste nell'assegnazione di un ulteriore riconoscimento: il Consiglio Valle ha incrementato le risorse disponibili per il Premio, riconoscendo la valenza dei volontari valdostani, eroi del quotidiano, e dei progetti che saranno presentati e che potranno avere ricadute positive sul nostro territorio.»

L'associazione e l'ente che vincerà il Premio otterrà 5.000 euro da destinare all'attività premiata. Saranno poi assegnati due riconoscimenti di 4.500 e 4.000 euro in favore di proposte giudicate particolarmente meritorie, più una menzione speciale per le iniziative innovative.

Le proposte di candidatura dovranno essere inviate entro il 31 ottobre 2014 e saranno valutate da un'apposita giuria presieduta dal presidente dell'Assemblea valdostana, nominata dallo stesso e composta dai membri dell'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, nonché da quattro rappresentanti della società civile, di cui almeno due in rappresentanza del mondo del volontariato della Valle d'Aosta. La consegna del premio avrà luogo al Centro agricolo di Ollignan, a Quart.

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it