Tiramani (Lega): Caveri candidato si autosospenda dalla Rai

Il deputato della Commissione Vigilanza Rai accusa: 'opportuno un passo indietro dagli incarichi regionali Rai'

 

Paolo TiramaniAOSTA. "La candidatura di Luciano Caveri, direttore dei programmi Rai della Valle d'Aosta, alla presidenza della Regione nel prossimo settembre è la dimostrazione di come certa parte politica consideri l'impegno nell'azienda di Stato: poco più di una poltrona, ben retribuita dai soldi dei cittadini, da scaldare e da mollare al primo scranno disponibile". Lo afferma il deputato Paolo Tiramani, capogruppo della Lega in Commissione Vigilanza Rai.

"Quarant'anni in Rai e quattro legislature in Parlamento, con addirittura un sottosegretariato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ruoli onorati grazie all'aspettativa concessa a chi ha altro incarico: più che di un servitore dello Stato, questo sembra il curriculum di chi cerca di mantenere una poltrona sempre pronta dovesse mai andar male qualcosa", aggiunge Tiramani. "Questo però non è il modo corretto di intendere un ruolo strategico e di grande responsabilità in Rai com'è quello da lui ricoperto".

Il deputato del Carroccio aggiunge: "Caveri sia chiaro con i valdostani e con l'azienda: si autosospenda, come anche la policy aziendale verosimilmente imporrà, per tutto il periodo elettorale, dando così un esempio di correttezza e di responsabilità, ma comprenda anche che, a prescindere dall'esito della competizione elettorale, forse sarebbe opportuno compiere un passo indietro negli incarichi regionali Rai, dimostrando così che non si può essere uomini per tutte le stagioni e rendendo così un corretto servizio alla comunità ed alle istituzioni".

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it