Referendum, il fronte del No: riforma indebolisce la democrazia rappresentativa

VdA in Azione, Adu, +Europa e Italia Viva contro il taglio dei parlamentari

ParlamentoAOSTA. Il comitato Valle d'Aosta in Azione insieme a +Europa, Italia Viva e Adu si schierano per il "no" al referendum confermativo sul taglio dei parlamentari del 20 e 21 settembre. "Si tratta - affermano - di una riforma populista, che mira a indebolire la democrazia rappresentativa".

I quattro schieramenti politici elencano nove motivi per votare contro la riforma affermando che questa "indebolisce il Parlamento nel rapporto con il Governo" e "colpisce la funzione centrale del parlamento: la garanzia del pluralismo delle idee". Inoltre "il taglio dei parlamentari si basa su promesse di ulteriori riforme che questo Parlamento non riuscirà a fare: senza una nuova legge elettorale e la modifica dei regolamenti parlamentari, il danno inferto alla rappresentanza e al funzionamento del Parlamento potrebbe essere molto grave".

La riforma, aggiungono, avrebbe come risultato di dare "più potere ai partiti e ai loro leader" e di far rimanere non "i parlamentari migliori, ma quelli più obbedienti o più ricchi".

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it