Nuovo Dpcm, Lavevaz: Valle d'Aosta al limite tra scenario 3 e 4

In Consiglio Valle il presidente della regione spiega: dobbiamo aspettare il risultati del Cts

 

Erik LavevazAOSTA. "Abbiamo sentito questa mattina il Comitato tecnico scientifico e le analisi dei dati sono ancora in corso: la nostra regione risulta essere abbastanza al limite tra scenario 3 e scenario 4". Lo ha affermato il presidente della Regione, Erik Lavevaz, riferendo questa mattina in Consiglio regionale sul nuovo Dpcm che il premier Conte ha firmato nella notte con chiusure differenziate per i territori.

"Dobbiamo aspettare i risultati del Comitato tecnico scientifico per sapere a quale area saremo destinati", ha spiegato Lavevaz.

Il livello di rischio territoriale è calcolato "su base statistica e medica, sul numero di tamponi fatti" e la Valle d'Aosta per quest'ultimo aspetto è tra le prime regioni.

"Sulla bontà degli indici statistici abbiamo discusso tanto anche in sede di Conferenza. Abbiamo cercato di fare dei ragionamenti sui dati non statistici, come il dato di saturazione degli ospedali" che vede la Valle in "soglia critica".

 


E.G.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it