Adu: 'in Valle d'Aosta aumento esponenziale delle violenze di genere'

Nella Giornata contro la violenza sulle donne il movimento segnala la 'scomparsa' dei fondi per le case rifugio e la prevenzione

 

scarpe rosseAOSTA. "90.000€ contro la violenza domestica: chi li ha visti?". Lo chiede Adu Valle d'Aosta in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne segnalando che dell'aumento dei fondi per la prevenzione della violenza domestica si sono "perse le tracce".

La proposta avanzata da Adu era stata approvata in Consiglio regionale nell'ambito della terza legge sulle misure di contrasto per gli effetti dell'emergenza Covid-19 in vigore da luglio. L'emendamento per aumentare di 90.000 euro le risorse a disposizione per la prevenzione e per la creazione di nuovi spazi di accoglienza nelle case rifugio era stato approvato all'unanimità, ma ad oggi - spiega Adu - non se ne sa nulla.

"Per le troppe donne che in Valle d'Aosta subiscono violenza in famiglia, il lockdown prima e la zona rossa poi hanno signifcato dover rimanere in casa con il proprio aguzzino, paradossalmente per disposizione di legge", segnala il movimento politico. "La situazione è così grave in Valle d'Aosta che - tra i tanti record negativi, come i contagiati e i morti rispetto alla popolazione e la perdita drastica di Pil che dà avvio a una forte crisi socio-economica – registriamo un aumento esponenziale delle violenze di genere. Ogni denuncia, poi, risulta più complicata fnché il sistema legato alla sicurezza dei cittadini ruota intorno al dramma della seconda ondata e le strutture sanitarie restano sotto evidente stress".

 

 

redazione

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it