Il Consiglio Valle sorvola sulle indagini della Dda

 

Consiglio ValleAOSTA. Il nuovo terremoto giudiziario che sta investendo la politica valdostana non sarà tema di confronto all'interno del Consiglio Valle.

Mentre all'esterno dell'aula del Palazzo regionale arrivano altre notizie su politici eletti con il sostegno della 'ndrangheta e su indagini in corso nei confronti di due ex presidenti della Regione (uno dei quali oggi siede tra i banchi della maggioranza come consigliere) e su di un ex consigliere regionale da parte della Dda di Torino, maggioranza e opposizione hanno deciso di concentrarsi esclusivamente sulle leggi di bilancio e di non trattare l'argomento.

La conferenza dei capigruppo, che riunisce i rappresentanti dei sei gruppi consiliari, si è riunita prima dell'inizio dei lavori pomeridiani dell'aula per un confronto. Alla ripresa della seduta il presidente Alberto Bertin ha spiegato: "Al momento formalmente non vi è stata alcuna comunicazione" riferita alle indagini, quindi "la conferenza dei capigruppo ha ritenuto che non sussista al momento ragione di affrontare questioni che non sono di conoscenza diretta neanche degli interessati".

La questione potrà essere affrontata "nel momento in cui eventualmente sussistessero altre situazioni".

 

 

M.C.



Pin It
© 2020 Aostaoggi.it