.

La Regione annuncia il riavvio dell'iter per l'aeroporto Gex

L'accordo sottoscritto con Ministeri ed Enac dovrà essere aggiornato in base al nuovo progetto esecutivo

 

AOSTA. Il governo regionale annuncia la riattivazione dell'iter per il completamento dell'aeroporto regionale C. Gex. Per ora si parla solo della riapertura del procedimento amministrativo che permetterà «nei prossimi mesi, di dare corso alle successive attività di completamento dell'aerostazione» secondo il progetto esecutivo approvato.

L'opera sconta anni di abbandono del cantiere del terminal, ora nascosto dagli alberi cresciuti negli anni, scelte politiche cambiate nel corso degli anni e l'incognita finanziamenti. Con il Defr il governo regionale ha ridefinito la destinazione dello scalo destinandolo ad attività di "aviazione generale" con elisoccorso, protezione civile, voli business, voli turistici a motore, volo a vela, pratica con droni, aerotaxi e business aviation e anche un segmento di voli charter stagionali di dimensioni limitate. Il C. Gex sarà dotato del necessario per arrivi e partenze strumentali basate sulla navigazione Gps.

La riattivazione dell'iter consentirà di completare una serie di adempimenti formali indispensabili anche sotto l'aspetto economico.

«In sostanza - comunica l'assessorato regionale delle finanze e opere pubbliche - sarà rivisto l’atto integrativo dell'Accordo di Programma Quadro sottoscritto con i Ministeri competenti dello Stato e l'Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC), aggiornandolo alle modifiche introdotte dal progetto esecutivo di completamento dell'aerostazione e rimodulando di conseguenza le risorse finanziarie necessarie».

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it