.

Povertà, in Valle d'Aosta boom di famiglie che ricevono i pacchi alimentari

L'assessore alle politiche sociali in Consiglio Valle: aumentano le famiglie in difficoltà nel far fronte ai bisogni primari

 

aiuti alimentari

Dall'inizio dell'emergenza sanitaria collegata al Covid-19 anche in Valle d'Aosta sono aumentate le persone che devono affrontare gravi difficoltà economiche. Secondo quanto riferito in consiglio regionale dall'assessore alle politiche sociali Roberto Barmasse, «rispetto al 2020, è emerso un aumento di almeno un terzo dei nuclei beneficiari di pacchi alimentari, per un totale di circa mille fruitori». Tra questi «il 63% appartiene a famiglie con tre o più componenti. Inoltre più della metà dei fruitori è minorenne».

In consiglio regionale, rispondendo ad una interrogazione della Lega sul disagio abitativo, Barmasse ha riportato i risultati di un'indagine realizzata in Valle d'Aosta basata sui dati del Servizio di sportello sociale, del Servizio sociale territoriale e delle associazioni di volontariato. «Da questa attività tuttora in corso e in aggiornamento - ha affermato l'assessore - sono emersi l'aumento dei nuclei familiari che si rivolgono per la prima volta per un sostegno per far fronte ai bisogni primari legati a problematiche economiche, abitative e lavorative; l'aumento di situazioni che richiedono interventi contro la povertà e interventi sociali urgenti; nuove richieste di aiuto da famiglie sconosciute prima della pandemia, in particolare relative al soddisfacimento dei bisogni primari».

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it