.

I principali provvedimenti approvati dalla Giunta regionale

Trasferiti 1,4 milioni € all'Associazione Forte di Bard

 

Palazzo regionale

La Giunta regionale della Valle d'Aosta ha concesso, su proposta dell'assessore allo sviluppo economico, formazione e lavoro, un contributo in conto capitale a favore di un'impresa artigiana.

Su proposta dell'assessore all'agricoltura e risorse naturali la giunta ha approvato l’acquisto di 100 copie del volume “Campanacci d’Italia. L’arco alpino”, di Giovanni Mocchi, che verrà pubblicato dalle edizioni Festivalpastoralismo (Associazione Pastoralismo alpino già Festival del pastoralismo–Bergamo), per la spesa di 2.200 euro, e di 100 copie del volume “60 anni Batailles de Reines en Vallée d’Aoste”, ideato e promosso dall’Association régionale Amis Batailles de Reines e edito dalla Tipografia Duc (2018) di Aosta, per la spesa di 4.500 euro.

Per l'assessorato all'ambiente, trasporti e mobilità sostenibile è stata approvata la proposta di aggiornamento del Piano regionale di gestione dei rifiuti ai fini dell’avvio della procedura di valutazione ambientale strategica (VAS).
Il Governo ha inoltre autorizzato l’eliminazione dell’obbligo del possesso del titolo di viaggio esclusivamente per la Navetta Verde e per la Navetta Rossa, in occasione della “Settimana Europea della Mobilità”, dal 16 settembre 2021 al 22 settembre 2021.

Su proposta dell'assessore ai beni culturali, turismo, sport e commercio l’Esecutivo ha approvato l’integrazione del trasferimento straordinario per un importo di 1.400.000 euro all’Associazione Forte di Bard, per il finanziamento delle attività previste nell’anno 2021.

Su proposta dell'assessore alle finanze, innovazione, opere pubbliche e territorio la Giunta ha autorizzato l’acquisizione del servizio di implementazione, gestione e aggiornamento del Database GeoTopografico Regionale (DBGT), per una spesa complessiva presunta di 90.000 euro sul triennio 2021/2023.
L’Esecutivo ha autorizzato l’acquisizione del servizio di monitoraggio radar satellitare continuo delle deformazioni del terreno della regione, per 18 mesi, da svolgersi sugli esercizi 2021/2022/2023, attraverso l’avvio della procedura di gara ai sensi del d.lgs. 50/2016, per un importo complessivo stimato in 180.000 euro.

Su proposta dell'assessore alla sanità, salute e politiche sociali il Governo regionale ha approvato lo schema della nuova convenzione tra la Regione e la Regione Piemonte per l’avvio delle attività della Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta, con validità fino al 31 dicembre 2023.
Recepito infine l’Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano concernente l’Aggiornamento e revisione dell’accordo Stato-Regioni 16 dicembre 2010 sui requisiti minimi organizzativi, strutturali e tecnologici dei servizi trasfusionali e delle unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti e sul modello per le visite di verifica.

 

redazione

 

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it