.

Cretier diventa capogruppo del PCP. Erika Guichardaz: 'decisione arbitraria'

'Chi è venuto meno agli impegni e alle regole di PCP fondi un nuovo gruppo'

 

Erika Guichardaz e Paolo Cretier

Paolo Cretier è il nuovo capogruppo del Progetto Civico Progressita in Consiglio regionale. Prende il posto di Erika Guichardaz, la quale in una nota comunica che la decisione sarebbe stata presa a sua insaputa. Cretier starebbe stato designato dunque dai soli cinque consiglieri progressisti mentre le due consigliere, Erika Guichardaz e Chiara Minelli, non sarebbero state coinvolte nella decisione.

Erika Guichardaz in una nota dichiara di aver «appreso stamattina della designazione di cinque consiglieri del mio gruppo di un nuovo capogruppo». Si tratta, afferma la ormai ex capogruppo, di «una decisione arbitraria visto che l'organismo previsto da Pcp per le scelte inerenti il Consiglio al momento della candidatura e sottoscritto anche da tutti i candidati, e quindi anche dagli eletti, è il Gruppo Allargato Regionale, convocato ieri sera, a cui i cinque consiglieri firmatari non hanno preso parte».

«Come ben sanno il presidente Bertin e gli altri firmatari - prosegue Erika Guichardaz -, le cariche apicali di PCP sono frutto di accordi presi fra i soggetti promotori del progetto, vagliati nell'Assemblea di PCP e ratificati nel Gruppo Allargato Regionale. Stupisce quindi che proprio i 5 consiglieri che violano gli accordi sia per quanto riguarda i contenuti programmatici, sia per quanto riguarda gli aspetti finanziari, rivendichino di rappresentare il progetto, a cui hanno ripetutamente dimostrato di non fare riferimento».

«Insieme alla collega Minelli non riconosco nessun nuovo capogruppo», prosegue la consigliera. La quale infine, rivolgendosi al presidente del Consiglio regionale Bertin (del Pcp), aggiunge: «sorprende che proprio chi ha un ruolo di garante, come il presidente Bertin, non rilevi il contrasto insito in questa nuova designazione, peraltro non ancora ufficialmente ricevuta».

 «Chi è venuto meno agli impegni e alle regole di PCP decida a questo punto di fondare un nuovo gruppo consiliare», conclude la esponente del Pcp.

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it