.

Violenza sulle donne, Di Marco (PlA): 'la società maschile sana e responsabile si attivi'

Il presidente del movimento politico invita gli uomini a schierarsi 'apertamente dalla parte delle donne e contro la violenza di genere'

 

Sul tema della violenza contro le donne «ora si esprimano gli uomini con parole e fatti». Così il movimento Pour l'Autonomie interviene in occasione della giornata mondiale del 25 novembre.

« I numeri sono impressionanti», afferma in una nota il presidente del movimento politico, Aldo Di Marco. «Solo tra le vittime di femminicidio, in Italia si conta di media una donna uccisa ogni tre giorni, con un'altissima percentuale di omicidi perpetrati nell'ambito domestico. Dietro i numeri, ci sono le vite di tutte queste donne che in età, contesti, e circostanze diverse sono accumunate dal fatto di essere state spezzate in modo violento da una mano maschile, armata da un distorto senso di possesso e di superiorità. E questa - prosegue Di Marco - è solo la punta dell’iceberg perché le storie sommerse ci dicono che ancora troppe donne subiscono forme di violenza meno estreme ma altrettanto devastanti quali stupro, stalking, percosse, minacce, maltrattamenti psicologici e vessazioni economiche».

Secondo il presidente del movimento politico «al dì là di ogni valutazione culturale e geo-sociale, credo che sia giunto il momento in cui la società maschile sana e responsabile si attivi e compia finalmente un gesto di civiltà schierandosi apertamente e inequivocabilmente dalla parte delle donne e contro la violenza di genere, sia con le parole che soprattutto con i fatti». Alle leggi di contrasto al fenomeno bisogna affiancare «iniziative di comunicazione e di educazione che servano a sensibilizzare l’opinione pubblica, risvegliare le coscienze, e mobilitare la responsabilità della popolazione, in merito a questo tema particolarmente sensibile», conclude Di Marco.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it