.

Legge di stabilità e bilancio, ok del Consiglio Valle

Il voto dopo tre giorni di dibattito: 19 sì e 16 astensioni

 

Consiglio regionale

Via libera del Consiglio regionale della Valle d'Aosta, giovedì sera, alla Legge di stabilità e al bilancio di previsione triennale della Regione. Diciannove i voti a favore delle leggi di bilancio e sedici le astensioni da parte di Lega, Pour l'Autonomie, Pcp e del consigliere Baccega (gruppo misto).

Il bilancio nel dettaglio

Il documento pareggia alla cifra di 1 miliardo 542 milioni per il 2022, 1 miliardo 516 milioni per il 2023 e 1 miliardo 460 milioni per il 2024; il contributo alla finanza pubblica posto a carico della Regione passa da 102 milioni a 82 per il 2022-2024. Il quadro tendenziale di finanza pubblica regionale sarà, inoltre, caratterizzato dall’applicazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) finanziato dall’Unione europea nell’ambito del Recovery fund. Nel triennio di bilancio non è previsto alcun ricorso all’indebitamento.

La spesa corrente per il 2022, al netto del contributo allo Stato, risulta pari a poco meno di 1.100 milioni di euro (83%), mentre gli investimenti ammontano a 247 milioni di euro (7%). Alla tutela della salute sono destinati 362 milioni di euro, all’istruzione e al diritto allo studio 206 milioni, alle politiche sociali 100 milioni, ai trasporti e mobilità 99,7 milioni, all'ambiente e sviluppo sostenibile 82,8 milioni, allo sviluppo economico e competitività 37,8 milioni, alle politiche del lavoro e formazione professionale 24,3 milioni, all'agricoltura 30,8 milioni, al sistema di protezione civile 27,7 milioni, al turismo 21 milioni, alla cultura 43,4 milioni, alle politiche giovanili 13,6 milioni.

Emendamenti e ordini del giorno

Nel corso del lungo dibattito l'aula ha approvato alcuni emendamenti. Quindici quelli riferiti alla Legge di stabilità (quasi tutti presentati dal governo) in tema di graduatorie dei concorsi, assunzioni negli enti locali, maggiorazione dell'aliquota Irap per le sale da gioco, assunzioni in Arer, indennità di attrattività per medici e infermieri, contributi agli asili nido interaziendali e riproposizione del contributo a favore del commercio dei prodotti agroalimentari valdostani. Sulle disposizioni collegate alla Legge di stabilità, su 9 emendamenti ne sono stati approvati tre della II Commissione, 2 della presidenza della Regione e uno dell'assessorato alla sanità.

Nell'ambito del dibattito, l'Assemblea ha anche votato a favore per 7 dei 50 ordini del giorno depositati.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it