Assunzioni senza prova di francese, la Regione approva gli applicativi per medici e personale sanitario

La delibera è stata approvata oggi dalla Giunta regionale della Valle d'Aosta. Gli altri principali provvedimenti

 

Centro per la lontra

La Giunta regionale della Valle d'Aosta, riunita oggi, ha approvato su proposta dell'assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali le modalità e i criteri applicativi dell’articolo 13 della legge regionale 8/2020 ai fini dell'assunzione di personale dirigente medico, veterinario e sanitario senza il preventivo accertamento della lingua francese, con contratti a tempo determinato e mediante procedure concorsuali pubbliche.

La norma, pensata per far fronte ad una «rilevante carenza di personale», prevede l'impegno da parte del personale di frequentare corsi di apprendimento del francese e sottoporsi alla prova di accertamento della lingua entro 36 mesi dalla data di assunzione. In caso di mancato superamento della prova il rapporto di lavoro cessa.

La Giunta regionale ha inoltre approvato su proposta dell'assessore allo Sviluppo economico, Formazione e Lavoro il Piano di Attuazione Regionale (PAR) a valere sul programma Garanzia di occupabilità dei lavoratori nell’ambito delle politiche attive del lavoro e formazione del Pnrr. La decisione permetterà di procedere con le successive fasi volte all’attuazione del piano e alla conseguente assegnazione delle risorse in favore della Valle d’Aosta relative a milestone e target raggiunti.

Su proposta dell'assessore alle Finanze, Innovazione, Opere pubbliche e Territorio, l'Esecutivo ha anche approvato il programma di finanziamento triennale e la concessione di contributi ai comuni di Lillianes, Perloz, Pontboset e Saint-Denis per la realizzazione di interventi programmabili di mitigazione del rischio idrogeologico. Allo scopo sono stati prenotati 257.291 euro.
Approvate dal Governo regionale anche le modifiche al programma regionale dei lavori pubblici e dei servizi di architettura e ingegneria per il triennio 2022/2024. Sono stati stanziati 105.878 euro per progettazioni dirette ad intervenire sulla riduzione del rischio idrogeologico, in particolare per gli interventi di sistemazione idraulica del torrente Val Modzou nel comune di Pollein.
La Giunta regionale ha rilasciato all’Ente Parco Nazionale Gran Paradiso la concessione di derivazione d’acqua dal pozzo ubicato in località Rovenaud, nel comune di Valsavarenche, per l'alimentazione delle vasche che ospitano esemplari di lontra all’interno del Centro di informazione ambientale per la conservazione dei corsi d’acqua.
Approvato inoltre il Protocollo di intesa in materia di servizi relativi all’architettura e all’ingegneria disciplinante i rapporti tra l’Amministrazione regionale e gli Ordini e i Collegi tecnici della Valle d’Aosta.

Su proposta dell'assessore ai Beni culturali, Turismo, Sport e Commercio, è stata approvata l’adesione della Regione alla campagna sociale della prevenzione dell’ictus e alla giornata internazionale contro l’Omobitrasfobia.
Concessi inoltre i contributi per interventi su rifugi alpini nel 2022.

Su proposta dell'assessore all'Istruzione, Università, Politiche giovanili, Affari europei e Partecipate, la Giunta regionale ha approvato la Proposta di misure per il contenimento e il controllo della spesa per l’anno 2022 dell'Università della Valle d’Aosta e il relativo trasferimento finanziario pari a 7 milioni 125 mila euro.

Infine su proposta dell'assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali sono state prorogate sino al 31 dicembre 2022 le disposizioni relative al ricovero di pazienti lungodegenti presso la clinica privata Isav di Saint-Pierre.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it