Confronto in Commissione sulla riorganizzazione dell'Azienda Usl

 

Il Consiglio Valle ha approvato una risoluzione per esaminare il piano che già è in atto

 

AOSTA. «La gestione della sanità assorbe una notevole quota del bilancio regionale: è urgente e necessario, in vista della discussione del bilancio 2015-2018, poter approfondire l'ampia riorganizzazione dell'USL che è peraltro già in parte in atto».

Nello Fabbri (Uvp) ha così presentato ieri in Consiglio regionale una risoluzione depositata dai quattro gruppi di opposizione sulla "riorganizzazione" dell'Azienda Usl della Valle d'Aosta che è stata approvata all'unanimità.

Il testo impegna il presidente della Commissione consiliare Servizi sociali a convocare nel più breve tempo possibile la dirigenza dell'Usl e l'assessore alla sanità per illustrare Piano di riorganizzazione azienda spiegando quanto inciderà dal punto di vista qualitativo ed economico (anche dal punto di vista dei risparmi) sulla gestione della sanità valdostana.

«Non abbiamo la pretesa di fare un'indagine, ma visto che la nostra sanità è ai primi posti per qualità ed efficienza ci si chiede come riusciremo a mantenere tali livelli a fronte di una progressiva diminuzione delle risorse» ha detto Fabbri.

L'assessore alla sanità, Antonio Fosson, ha dato la propria disponibilità a confrontarsi in Commissione. «Se non lo abbiamo fatto fino ad ora - ha spiegato - è stato perché l'Azienda voleva prima coinvolgere tutti gli operator».

«Non appena l'atto perverrà da parte dell'USL provvederò a convocare la Commissione» ha quindi annunciato il presidente della Commissione Claudio Restano (UV). Una riunione è già prevista il prossimo 12 novembre.

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it