Nessuna compagnia interessata ai voli Aosta-Roma, Bertin: "serve exit strategy"

Il consigliere regionale di Alpe: finora spesi 46 milioni, bisogna fermare l'insostenibile emorragia di denaro pubblico

AOSTA. Il progetto dell'aeroporto regionale commerciale è una "follia che rappresenta un bagno di sangue per le casse pubbliche". Per questo motivo Alberto Bertin, consigliere regionale di Alpe, torna a invocare una "exit strategy".

"La Giunta regionale ha annunciato che i voli per Roma di fatto sono cancellati per sempre", scrive in una nota Bertin. "Non si può neanche parlare di una notizia, ma semplicemente di una presa d'atto della realtà. Come previsto, nessuna compagnia aerea, nonostante i quasi 2 milioni di euro impegnati dalla Regione, è interessata alla tratta Aosta-Roma".

L'ampliamento dell'aeroporto è costato 30 milioni di Euro e la manutenzione negli ultimi cinque anni altri 16 milioni, sottolinea Bertin. "Uno scandaloso spreco di soldi pubblici per un'opera sostanzialmente inutile", afferma il consigliere. L'assessore regionale ai trasporti Aurelio Marguerettaz "dopo aver ostinatamente difeso l'idea di un aeroporto commerciale in Valle d'Aosta, si chiede se "vogliamo o no un aeroporto commerciale ad Aosta". Constatando che finalmente l'assessore dopo anni di permanenza nei cieli è atterrato, anche lui, nella realtà, mi chiedo se questa domanda non avrebbe potuto farsela prima", si legge ancora nella nota.

Secondo Bertin "è bene che l'assessore proceda rapidamente per fermare l'insostenibile emorragia di denaro pubblico che costituisce l'aeroporto Corrado Gex".

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it