Elezioni, l'Union Valdôtaine soddisfatta: 'un risultato eccellente'

I risultati da Camera e Senato «un chiaro segnale che gli unionisti e i valdostani hanno fiducia nel Mouvement»

 

Union Valdôtaine

È una analisi che esprime soddisfazione quella elaborata a mente fredda dall'Union Valdôtaine sul voto di domenica scorsa. Il movimento, alleato con altri autonomisti (escluso PlA) e il PD, porta a casa un deputato ma perde, per poco, lo scontro al Senato.

«Nella vittoria indiscutibile di Franco Manes» alla Camera con un ampio scarto su Emily Rini «leggiamo un'ulteriore conferma del radicamento dell'Union Valdôtaine sul territorio e un riconoscimento della comunità valdostana del lavoro di Manes nell'amministrazione comunale», afferma il movimento del leone rampante. Al Senato «sapevamo che l'elezione di Patrik Vesan sarebbe stata un'impresa ardua, essendo un volto nuovo nel mondo della politica», ammette l'UV, ma gli oltre 18.000 voti comunque incassati dal candidato rappresentano «un chiaro segnale che gli unionisti e i valdostani hanno fiducia nel Mouvement».

Dal movimento non manca un ringraziamento «a tutta la coalizione e all'equipe operativa che hanno lavorato senza sosta su una campagna breve ma molto intensa».

Infine l'esame sull'affluenza molto bassa: un fenomeno «che storicamente non appartiene alla nostra regione» e che l'UV afferma di voler approfondire per poter «pianificare le azioni per porvi rimedio».

 

 

E.G.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it