.

Salvaprecari, i sindacati: su impiegati forestali scelta "miope e insostenibile"

AOSTA. Nei giorni in cui il Consiglio regionale è chiamato ad approvare le disposizioni su 36 impiegati forestali della Società di servizi, i sindacati ribadiscono la propria contrarietà al disegno di legge.

"Incomprensibilmente - esordiscono Flai-Cgil, Fai Cisl, Uila-Uil e Savt-Forestali - nell'anno dell'Expo dedicato all'alimentazione e quindi all'agricoltura, la Regione Valle d'Aosta decide che l'Assessorato alla Agricoltura e Risorse Naturali farà a meno degli impiegati fondamentali a tempo determinato per l'elaborazione di progetti attinenti anche  alla missione dell'Expo mentre si crea una Società ad hoc per sponsorizzare la nostra Regione durante l'Esposizione Universale". I sindacati esprimono anche "disappunto" sul percorso del ddl in II e della III Commissione consiliare "avviato male con evidenti intenzioni dirette all'annullamento del confronto sociale che evidenzia una decisione già assunta in precedenza", sostengono.

"Senza certezze di investimenti attuali e futuri e di percorsi di stabilizzazione - concludono Flai-Cgil, Fai Cisl, Uila-Uil e Savt-Forestali -  temiamo che la miopia di tali scelte, possa provocare un ulteriore danno, insostenibile per le già precarie condizioni di tenuta sociale ed economica del territorio regionale".

 

C.R.

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it