REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

I 50 migranti accolti a Verrès, Rollandin: "è una sistemazione provvisoria"

 

Timori del M5s per le tensioni sociali: "la comunità locale messa in una situazione da non sottovaltuare"

Rollandin-conx300AOSTA. Sono stati tutti dirottati a Verrès i 50 migranti arrivati ieri da Catania su assegnazione del Ministero dell'Interno. Alla comunicazione del Viminale «abbiamo ribadito l'assenza di posti disponibili, ma ci siamo attivati per dare loro un'accoglienza dignitosa» ha spiegato oggi in Consiglio Valle il presidente della Regione e prefetto Augusto Rollandin.

L'avviso del loro arrivo «ci è giunto al mattino e loro sono arrivati alla sera», ha aggiunto.

Tutti i migranti sono stati già sottoposti alle visite mediche prima di entrare nella struttura della Leone Rosso che già ospita 24 dei 62 richiedenti asilo arrivati nei mesi scorsi in Valle d'Aosta. «E' una sistemazione provvisoria e di emergenza - ha detto ancora Rollandin - che potrà essere rivista una volta concluse le procedure amministrative dell'avviso pubblicato la scorsa settimana» che prevede fino a 141 nuovi arrivi.

Rollandin ha spiegato che, in vista dell'arrivo del nuovo gruppo, anche le atre due cooperative che accolgono i migranti sono state contattate, ma la Caritas ha annunciato di non avere posti mentre la cooperativa La Sorgente ha dato la disponibilità ad accogliere 3 persone. Per questioni logistiche però tutti e 50 sono stati portati a Verrès.Intervenendo in aula, il capogruppo del M5s Stefano Ferrero ha chiesto rassicurazioni sulla qualità dell'accoglienza e anche messo in dubbio la scelta di accogliere tutti i migranti in un'unico comune per le possibili conseguenze sociali. «Se ora sbattiamo 50 poveracci a Verrès mettiamo la comunità locale in una situazione dal punto di vista numerico da non sottovaltuare e che potrebbe creare malumori. Malumori che si ripercuotono con fiammate di razzismo, che però non è razzismo, è la reazione di gente scocciata perché non capisce se dietro a queste decisioni ci sia una regia, un controllo, delle verifiche».

Dal gruppo Alpe, per voce di Patrizia Morelli, è invece arrivata la richiesta di convocare la competente Commissione per analizzare la questione accoglienza. Rollandin ha dato la disponibilità a procedere in questo senso.

 

Clara Rossi

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it