Buona Scuola, sì a fiducia. Lanièce: "rassicurati su rispetto prerogative statutarie Valle d'Aosta"

 

Il Ministro Giannini ha annunciato la sua presenza a luglio in Valle

senatoAOSTA. La Buona Scuola ha superato lo scoglio fiducia al Senato. Il provvedimento di riforma è passato con 159 voti a favore e 112 contrari ed è stato accompagnato da forti contestazioni in Aula.

Tra i "sì" anche quello di Albert Lanièce. Il senatore valdostano spiega di aver deciso di sostenere il provvedimento «soltanto dopo aver ricevuto le necessarie rassicurazioni da parte del Ministro dell'Istruzione Giannini circa l'intenzione di rispettare le nostre prerogative statutarie». Come però lo stesso senatore ammette, lo specifico emendamento sulle prerogative statutarie (che si sarebbe aggiunto a norme già inserite nel provvedimento alla Camera) non è stato recepito nel maxiemendamento, «il che, se non avessi ottenuto le necessarie rassicurazioni da parte del Governo, mi avrebbe portato a votare contro il provvedimento».

Il Ministro inoltre «mi ha annunciato personalmente che verrà a metà luglio in Valle d'Aosta» dice ancora Lanièce.

L'esponente del Governo Renzi ieri ha anche telefonato all'assessore all'istruzione Emily Rini per confermare "la volontà - si legge in una nota dell'assessorato - di salvaguardare le prerogative del sisetma scolastico valdostano". Stefania Giannini ha anche ribadito l'intenzione di recarsi nella nostra regione entro fine luglio "allorché saranno condivise le misure da attuare per recepire i contenuti del disegno di legge sulla Buona scuola, nel pieno rispetto dell'autonomia speciale della Valle d’Aosta, come peraltro previsto nelle due norme di salvaguardia contenute nel provvedimento legislativo".

 

Elena Giovinazzo

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it