Tagli alla sanità, l'Uvp: la Centrale unica del soccorso sarà spostata in Piemonte

 

Per i consiglieri regionali del gruppo è il "preludio allo smantellamento del sistema di socorso valdostano"

centrale-unicasoccorsoAOSTA. Una delle prme conseguenze dei tagli da 15 milioni di euro alla sanità valdostana sarà "lo spostamento della centrale unica di soccorso a Grugliasco, come annunciato ieri al comitato di pilotaggio della CUS". Lo scrive in una nota il gruppo consiliare dell'Uvp annunciando per il Consiglio Valle del 7 e 8 ottobre la presentazione di un question time sull'argomento.

La Cus riunisce Protezione civile, Soccorso alpino valdostano, Corpo forestale, 118 e Vigili del fuoco. Il suo spostamento è il "preludio - sostengono i consiglieri Uvp - dello smantellamento del sistema di soccorso valdostano, a quasi 20 anni, nel 1996, dalla costituzione del numero unico di emergenza in Valle d'Aosta, prima centrale in termini di tecnologia e oggi la prima d'Italia che rischia di sparire".

La riunione del prossimo Consiglio sarà "una ulteriore occasione per fare chiarezza sulle scelte di bilancio che stanno emergendo, giorno dopo giorno, senza nessuna visione d'insieme e nessun indirizzo politico chiaro, ma soprattutto senza nessun coinvolgimento delle diverse sensibilità rappresentanti il territorio e la comunità valdostana. È bene ricordare - continua il gruppo consiliare - che tutti questi tagli, che sottraggono circa 74 milioni di euro alla Valle d'Aosta, sono il risultato dell'accordo sul patto di stabilità, sottoscritto dal presidente Rollandin nel mese di luglio con il Governo Renzi".

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it