Sentenza pirogassificatore, Valle Virtuosa denuncia un conflitto di interessi

 

Un tecnico del piano regionale rifiuti tra i consulenti delle imprese

AOSTA. "Sgomento e indignazione" sono stati espressi dal Valle Virtuosa alla luce della sentenza del Tar sull'appalto sul pirogassificatore, contro la quale la Regione ha già deciso di presentare appello.

La sentenza riporta che "la parte ricorrente, cioè l'ATI che si era aggiudicata l'appalto, ha depositato due consulenze tecniche di parte, la cui produzione è stata contestata dalla Regione, poiché effettuate da tecnico che ha collaborato alla redazione del Piano regionale dei Rifiuti…". In sintesi, spiega Valle Virtuosa, "un tecnico, una società, pagati dalla Regione per redigere il nuovo piano dei rifiuti, ha redatto, ovviamente dietro compenso, una CTP (consulenza tecnica di parte) a favore delle società che volevano costruire" il pirogassificatore.

La consulenza tecnica "è stata depositata nel corso del processo e la Regione è quindi a conoscenza di questo fatto da ormai molti mesi e nessuno ha fatto e detto niente. È inaccettabile - conclude Valle Virtuosa - che quel tecnico possa ancora scrivere anche una sola riga del piano, e che venga pagato dalla Regione, ovvero come al solito con i soldi nostri".

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it